Questo sito dedicato alla serie Kick Off ed a tutti coloro che hanno lavorato attivamente per mantenere vivi in Italia i lavori di Dino Dini. Nelle sezioni downloads e notizie possibile reperire materiale e informazioni relative ad essi.

Kick Off!

Nel 1989 il gioco calcistico per cui donare un organo si intitolava Kick Off ed era guardacaso sviluppato da un Italiano di origine portante l'altisonante nomignolo di Dino Dini. E chi meglio di un Italiano avrebbe potuto tradurre a video tutta l'essenza del gioco del calcio, per altro con un sistema di gioco del tutto nuovo e rivoluzionario... Nessuno, appunto, quindi torniamo a quegli anni gloriosi sul computer che stava facendo sfracelli in tutto il mondo grazie alla potenza dei suoi 16 bit. Dino Dini scelse l'Amiga 500 perchè era l'unica piattaforma in grado di incarnare la sua visione filosofica del calcio.

Palla al centro: Kick Off era ciò che il "soccer" non era mai stato in sala giochi nè per grafica nè per sistema ludico. Avevamo una visualizzazione aerea del campo che mostrava un dettaglio minuzioso di tutti gli elementi attivi e di contorno, con un dimensionamento eccezionale del terreno di gioco che appariva gigantesco e striato da una erbetta verosimile in tutto. I giocatori virtuali usufruivano di un design minuzioso e animazioni molto ben realizzate. Il colpo di testa, la scivolata, il tiro in porta erano resi realisticamente sorretti da una velocità di gioco costante: la programmazione di Kick Off può dirsi praticamente perfetta. All'epoca la spaziosità della struttura estetica fece scalpore per via di un overscan di impressionante nitidezza, che offriva sensazioni di gioco inedite per pulizia e definizione degli sprites. Kick Off è un capolavoro grafico dispensatore di tocchi di classe e prodigi di programmazione; in tal proposito il radar con il posizionamento dei giocatori era un fattore inedito che conferiva eleganza al display oltre che utilità pratica alla visuale generale. Per quanto riguarda il pallone virtuale ancora elogi, e considerando il periodo possiamo tranquillamente affermare che la fisica della sfera fosse quanto di più vicino alla realtà si potesse pretendere dalle risorse tecniche di un sedici bit. Sul fronte sonoro restiamo sopra la media con dei campionamenti da stadio eccellenti ed effetti generalmente ben riusciti; la mancanza di una musica introduttiva non infastidisce più di tanto al cospetto del grande lavoro di programmazione effettivo. Tanto più che il gioco alloggiava su di un unico dischetto...

La grafica non è tutto. Kick Off è probabilmente passato alla storia per aver inventato un nuovo modo di concepire il gioco calcistico. Per prima cosa il pallone non restava incollato al piede nella innaturalità di un gioco arcade qualsiasi, bensì fluttuava plausibilmente assumendo traiettorie di derivazione rispetto al posizionamento del giocatore di turno. Il dribbling deveniva così difficilmente realizzabile per favorire i passaggi e in tal modo il gioco di squadra: fantastiche le sgroppate sulla fascia con il traversone finale che diveniva autentico cruccio perchè ci si doveva voltare senza che il pallone finisse fuori dal campo. Il metodo di palleggio consisteva nell'agganciare la sfera con movimento rotatorio del joystick, o comunque muovendosi velocemente per evitare che il pallone prendesse schizzasse via senza controllo. Kick Off era una simulazione proprio per questo, perchè nonostante una impostazione arcade si fregiava della innovazione metodologica dei controlli, donando interesse a una struttura che prima di allora aveva detto tutto in termini di giocabilità e che si fermava alle grandi produzioni per sala giochi. Potevamo compiere la maggior parte delle azioni del calcio con questa nuova visione, usufruendo della possibilità di settaggio formazione (4-4-2, 4-2-4 e via discorrendo) e dei vantaggi di una bidimensionalità accomodante. I tiri ad effetto, i lanci lunghi, i passaggi filtranti costruivano una realtà di gioco che esaltava i meccanismi tipici del calcio senza eccedere: la velocità estrema delle azioni rendeva Kick Off un titolo per gli amanti del gioco arcade e un must per i cultori del calcio simulato. La stessa Gialappa's Band non poteva fare a meno, in quegli anni, di citare Kick Off nell'ultima puntata di Mai Dire Gol con uno spezzone di gioco incluso tra i migliori gol del campionato.

Kick Off 2 - il capolavoro

Kick Off 2 è il seguito di Kick Off . Fu un successo ancor più clamoroso rispetto al precedente e tutt'ora è considerato come uno dei migliori giochi di calcio mai creati per computer e console.

Molti concetti innovativi introdotti da Kick Off 2 sono poi divenuti standard in ogni gioco del calcio. Kick Off 2 aggiunge differenti campi di calcio con differenti caratteristiche di rimbalzo e frizione a terra, maglie personalizzabili, tattiche personalizzate create con Player Manager , calci di punizione diretti con barriera e una rivoluzionaria funzione chiamata " after touch " che permette col joystick di influenzare la direzione del pallone subito dopo il tiro. Può produrre un tiro ad effetto a sinistra o a destra ed aumentare o abbassare leggermente l'altezza della traiettoria aggiungendo un elevato fattore di controllo sulla sfera.

Kick Off 2 è considerato unanimamente la migliore versione nella serie calcistica di Dino Dini . Questa stessa versione viene usata nell'annuale campionato del mondo di Kick Off organizzato dalla KOA (Kick Off Association) dal 2001.

Kick Off 2 fu sviluppato da Dino Dini (programmazione e game design) con la collaborazione di Steve Screech (design grafico, tattiche, testing)

 

                                               

Kick Off World Group | Kick Off World Forum | Kick Off World | digg italia - Ultime Notizie | Agenzia Julia | | SWOS | what better time than now | KoFahu meets the mitropa